My Shangri-La beneath the summer Moon... I will return again as the dust it blows high in June...
Let the music be your master, will you heed the master's call?
("Houses of the Holy")

Led Zeppelin supercompilation



waiting for the reunion of Led Zeppelin in 2014, photo @ Milan woman fashion week

Bron-Yr-Aur

Dedico un post per fornire informazioni del Cottage dove i Led Zeppelin (Page & Plant) si stabilirono nel 1970 per comporre vari pezzi. Questo luogo rappresenta per così dire il lato acustico o country del gruppo e il contatto con la natura come stimolo per emozioni. Omonimo pezzo strumentale contenuto in Physical Graffiti, Bron - Yr - Aur (=“Seno d’oro” in dialetto gaelico), è uno sperduto paesino della Snowdonia, regione situata a Nord-Est del Galles, dove i Dirigibili avevano rifinito il loro terzo album nel ‘70: è un luogo molto sereno, che sembra uscito dalla penna di Tolkien, nei suoi Signore degli anelli, e questo aveva influenzato il clima di quell’album. Il posto è raggiungibile solo con strade secondarie sterrate, vicino al fiume Dovey. Oggi il cottage è privato, ma si può visitare, tipo un museo. Vennero composte canzoni acustiche intorno a fuochi o nelle campagne, immersi negli stupendi paesaggi del Galles. I risultati furono molte canzoni di Led Zeppelin III e altri componimenti come "Poor Tom", "Down By The Seaside", "Black Country Woman" e la stessa "Bron - Yr - Aur" (un pezzo semplicemente stupendo, e altrettanto "Bron-Y-Aur stomp" - video qui sotto). La pronuncia gallese è particolare, noi invece diciamo /Bron Rar/.

If you watched many videos and then you can't hear the music anymore, reload the page.
Se dopo aver guardato molti video non si sente più l'audio, ricarica la pagina.

If you can't see the videos, download for free Adobe Flash Player 9 here
If the video stops, erase your internet temporary files.


video: "Bron-Y-Aur-Stomp"

Questa canzone è dedicata all’ex cane di Plant, Strider (guarda caso dal nome di uno dei personaggi del Signore degli Anelli). Bonzo, oltre alla batteria, aggiungeva cucchiai e nacchere per movimentare l’atmosfera. "Ah, ti ho sorpresa mentre mi sorridevi...così dovrebbe essere, come una foglia per l’albero, è così bello... Mentre camminiamo lungo un sentiero di campagna, canterò una canzone, senti che ti chiamo... Sì, ho una cosa sola da fare: passare la mia vita con te, tu sei il più bel cane che abbia mai conosciuto, così bello... :). Quando sarai vecchia e i tuoi occhi saranno offuscati...cammineremo ancora lungo i sentieri di campagna, io canterò le stesse vecchie canzoni, mi sentirai chiamare il tuo nome..."





Bron-Yr-Aur"



"The rain song" unledded, with orchestra. For me, the best conceivable in music.

It’s bliss. Questa è l’estasi. La versione originale (video più sotto) conta oltre 7 minuti e mezzo di godimento musicale. Tutti gli accordi delle chitarre, acustica ed elettrica, sono meravigliosi. Con inserimenti di pianoforte ed archi. E’ una malinconia dolce davvero emozionante. Dopo l’inizio cantato, c’è una lunga parte strumentale che dà i brividi. Da 1:10 circa a 3:50, quindi una parte di soli strumenti lunga 2 minuti e 40 secondi. La canzone inizia tranquilla e verso la fine aumenta d’intensità. Suonarla è complicatissimo, ma possibile. "...Tu sei il Sole che mi fa crescere...non è difficile sentirmi ardere...guardavo il fuoco espandersi debolmente... E’ l’estate dei miei sorrisi...e si allontanano da me i Custodi delle Tenebre... Parlami solo coi tuoi occhi, è a te che dedico questa musica... Non è difficile riconoscere che tutto questo diventa chiaro a tutti di volta in volta... Parlami...parlami...parlami...parlami... Ho sentito il freddo del mio inverno, non avrei mai pensato che se ne sarebbe andato...ho maledetto le tenebre che ci assalgono, ma so di amarti molto, so di amarti molto... Sono le stagioni dell’emozione, che si alzano e cadono come il vento... E’ la meraviglia dell’amore, vedo la fiaccola che tutti noi dobbiamo reggere... E’ il mistero della spartizione, su tutti noi deve cadere un po’ di pioggia, solo un po’ di pioggia..."

Videos


"Thank you"


Bellissima. Una delle più belle ballate della musica rock. Molto anni ’70. Page usa la sua chitarra doppia, a 12 corde. Il testo, di Plant, è una dichiarazione d’amore per sua moglie. E’ ingenua come sanno esserlo solo le più belle canzoni d’amore. "Se il Sole si rifiutasse di splendere, continuerei ad amarti... Anche quando le montagne crolleranno nel mare tu e io ci saremo...ti darò tutto me stesso, niente di più".


the greatest story ever told, set to the greatest music ever made, "Stairway to heaven"...


with a little extra at the end...

Dieci: il voto, con lode, a questo capolavoro. E’ IL classico, la canzone perfetta che tutti cercano di fare. E’ la canzone dei Led Zeppelin per antonomasia, nonchè una delle 3 canzoni più famose e belle di tutti i tempi, nella storia della musica in assoluto. Una scala per il Paradiso, è il titolo. Mi piace molto suonarla. Inizia tranquilla e finisce scatenata, in un crescendo indimenticabile. Dolce arpeggio iniziale, flauto pastorale, canto sognante, assolo fenomenale, il migliore della carriera di Page. E’ una canzone da fiaba. Non fu neanche un singolo (pensate se, al giorno d’oggi, con tutta l’importanza che hanno oggi i soldi, uno che facesse una canzone così, non pubblicasse almeno almeno 10 diversi tipi di singoli...). Divenne la canzone in assoluto più richiesta alle radio degli Stati Uniti negli anni ’70. Ovviamente (tornando al discorso dei soldi...) gli artisti che hanno fatto una cover di questa canzone sono innumerevoli (ad esempio una degli Alice in chains). "C’è un sentimento che provo guardando verso Ovest...e la mia anima chiede di partire... E si mormora che presto, se tutti intoniamo la musica giusta, il pifferaio ci guiderà alla ragione, e un nuovo giorno spunterà per quelli che stavano aspettando da tanto, e le foreste echeggeranno di risate..." Ripete spesso: “and it makes me wonder...” E questo mi stupisce... "Sì, ci sono due strade che puoi percorrere, ma a lungo andare hai ancora tempo per cambiare strada... La tua testa ronza e il ronzio non se ne andrà, nel caso non lo sapessi, il pifferaio ti sta chiamando, vuole che tu vada da lui. Cara lady, senti il vento soffiare...e lo sapevi, che la tua strada è fatta di vento che sussurra... E se ascolti molto attentamente, prima o poi la melodia giungerà a te, quando tutti sono uno e una cosa è tutto..."

(vedi altro sulla canzone più sotto, nella parte sul Signore degli anelli)


"The rain song"

(vedi commento più in alto)

"Down by the seaside", video with quotations


“Down by the seaside see the boats go sailing, can the people hear oh what the little fish are saying? People turned away...” Lungo la spiaggia vedi le barche che vanno, ma la gente riuscirà a sentire quello che dicono i pesciolini? La gente è girata altrove... E la canzone poi dice che è così per la città, dove ci si affanna, senza avere più tempo per trascorrere la giornata, la gente si gira altrove, molto lontana...e certa gente fa una follia. Ma poi: canta forte per il Sole, prega tanto per la pioggia, e mostra il tuo amore per Lady Natura, vedrai che tornerà...


"Going to California"

Parla della ricerca della donna ideale. "Qualcuno mi ha detto che laggiù c’è una ragazza con l’amore negli occhi e fiori tra i capelli..."


"Rock and roll" with some rare photos

E se non è rock and roll questo… Considerando gli ingredienti, mai una canzone ha avuto un titolo più azzecato di questa. Un micidiale concentrato di energia, una pillola di storia del rock. Una delle canzoni simbolo dei Led e dell’intero genere. Un’altra canzone in cui viene usata la "tecnica" di "Tangerine" e "D'yer Mak'er": melodia allegra e parole tristi.


"Tangerine"

Splendida! Suonarla è bellissimo. Notevole l’assolo. Questa canzone l’adoro... E’ quasi un country. Tangerine, ossia il mandarino :). Abbiamo qui una tecnica spesso usata in musica: hanno composto una melodia piuttosto allegra, con invece un testo che parla di malinconia, tristezza, amori passati. E’ un mix contrastante, ma estremamente efficace. “Tangerine...tangerine...living reflection from a dream...”





"Whole lotta love", the most famous riff in music history.

Un grande classico. Titolo: tutto quanto il mio amore. Si riconosce subito in questa canzone la sigla di "Top of the pops" di questi anni in tv. Questo riff, questo giro di chitarra, na-na na-na-nà ripetuto di continuo, è forse il “tormentone” più famoso nella storia della musica. E i ragazzini di oggi neanche sanno da dove venga... Il testo è molto...equivoco... Hanno messo dentro di tutto, secondo quanto dissero: “treni in frenata, donne in orgasmo, un attacco con il napalm sul delta del Mekong, un tornio d’acciaio...”, dopo 70 secondi dal celebre inizio You need coolin’, c’è una sezione sconvolgente dove accade di tutto, Plant che geme in un orgasmo. Quello che impressiona ancora oggi non sono certo le oscenità del testo (del tipo: giù dentro, dolcezza, ne hai bisogno...ti darò ogni centimentro del mio amore...ti sei raffreddata, io sono venuto...), ma piuttosto la micidiale interpretazione vocale di Plant. Questa canzone divenne anche una delle colonne sonore preferite dai soldati americani impegnati nella guerra del Vietnam, che l’ascoltavano a palla per darsi la carica prima di attaccare. L’ha cantata Plant nel suo concerto qui a Milano al Mazdapalace, io c'ero. Memorabile (in negativo) l’unico concerto dei Led Zeppelin in Italia, nel 1971, al velodromo Vigorelli di Milano, durante il Cantagiro, tipo Festivalbar: poche canzoni e poi caos, polizia, lacrimogeni, il pubblico che ruba gli strumenti, un macello assurdo.

"All my love"

E’ forse la canzone più “commerciale” dei Led, anche se non ne fecero neanche il singolo (al giorno d'oggi sarebbe impensabile), così come "Stairway to heaven". Sono loro in versione addolcita “zuccherina”, ma anche così stanno spanne sopra tutti.


"In the evening"


This is a song (The battle of evermore) written about the Battle of Minis Tirith in the Lord of the Rings novel. Pay close attention to the lyrics as most of the time they are related to the video shown.



"Immigrant Song"


"That's the way"

E’ tra le canzoni della colonna sonora del bellissimo film "Almost famous-Quasi famosi", sul mondo della musica e delle groupies. A un certo punto del film c’è pure la Rain Song! (c’ero io che esultavo sulla poltrona :). Un altro bel film sul rock è "Rock Star", con Mark Whalberg e Jennifer Aniston, ex moglie di Brad Pitt. Questa canzone dice, tra l’altro: "...sono soddisfatto di sedere qui, avendo lavorato tutto il giorno...sei nella parte più oscura della città, e quando sono fuori ti vedo camminare, perchè i tuoi occhi non mi vedono? ...E ieri ho visto che eri in piedi vicino al fiume...e non erano lacrime quelle che riempivano i tuoi occhi? E tutti i pesci che giacciono nell’acqua sporca muoiono...ti hanno ipnotizzato? E ieri ho visto che stavi baciando piccoli fiori...ma tutto ciò che è vivo è nato per morire...e così dico che non c'è nessun vero problema..." E’ uno dei gioielli del catalogo acustico, una ballata dalle tipiche ascendenze westcoastiane, con riferimenti ecologici di Plant.



"Out on the tiles"

Ossia: fuori sulle tegole. Il ritornello è uno dei più cantabili del loro repertorio ("All I need from you is all your love..."). "Un raggio di Sole scioglie le nuvole e soffia via la mia tristezza...altro non posso dire, in un giorno come oggi passo il tempo camminando un po’ con te, tranquillamente..."

Led Zeppelin & the Lord of Rings

Un Appassionato di cultura celtica come Robert Plant non poté fare a meno di leggere i libri di Tolkien, lo scrittore sudafricano autore della trilogia del Signore degli Anelli, scomparso proprio negli anni ’70 in Inghilterra. L'interesse di Plant alle letterature celtiche è reso noto in canzoni come "Immigrant Song", in cui si narrano le guerre vichinghe, e nel film dei Led Zeppelin "The Song Remains The Same" dove si svolge l'avventura di un cavaliere impersonato dallo stesso Plant.

Le Canzoni con riferimenti al Libro:
KASHMIR - MISTY MOUNTAIN HOP - NO QUARTER - OVER THE HILLS AND FAR AWAY (tra l’altro è il titolo di un racconto di Tolkien) - RAMBLE ON - STAIRWAY TO HEAVEN - THE BATTLE OF EVERMORE


...My Shangri-La beneath the summer Moon

I will return again
As the dust it blows high in June...

...La mia Shangri-La è dietro la Luna estiva
Tornerò ancora
Quando la polvere vola alta in giugno...

L’incipit dice: "Lascio battere sul viso il Sole, che le stelle riempiano i miei sogni…" Mentre la canzone finisce con lui che parla di Shangri-La e dice: "Oh, Padre dei quattro venti, riempi le mie vele, attraversa il mare degli anni, senza scorte ma solo a viso aperto...oh, quando sono sulla mia via, quando vedo, quando vedo in che maniera tu fissi lo sguardo...oh amore mio...fatti condurre laggiù da me..." Viene considerata il punto d’arrivo della musica dei Led Zeppelin, è un misterioso e affascinante incontro tra Oriente e Occidente.

... Sit with Elders of a gentle race
This world has seldom seen ...
Talk and songs from tongues of lilting grace
sounds caressed my ear.
But not a word I heard could I relate.
The story was quite clear.
... Seduto con gli anziani di una razza gentile
Che di rado ha visto questo mondo ...
Parole e canzoni da lingue di una grazia vivace
i suoni accarezzavano le mie orecchie.
Non c'era parola che io capissi
Ma la storia era chiara lo stesso.

Secondo noi i dolci canti e il parlare ritmato ricordano il modo di comunicare degli Ent, un'antica razza oramai estinta. Merry e Pipino, mentre assistono al loro Consiglio, rimangono affascinati da questa strana e alquanto rara maniera di esprimersi che infonde nei loro animi un senso di calma. Gli Ent sono molto vecchi e Barbalbero, il loro capo, è nella Terra di Mezzo dalla creazione. [Le Due Torri]
In un'altra ipotesi "Elders of a gentle race" sono l'antico popolo degli Elfi che con il loro cantare affascinano i viaggiatori che hanno la fortuna di incontrarli. I quattro Hobbit, per esempio, quando li incontrano ai confini della Contea e a Gran Burrone, non capiscono i loro canti ma vengono affascinati e sembrano capire. [La Compagnia dell'Anello, Lo Hobbit]


MISTY MOUNTAIN HOP [Led Zeppelin IV]


La copertina del misterioso album con dentro anche questa canzone (album senza titolo, o "Led Zeppelin IV", o "Four Symbols") ha un preciso significato: il Vecchio con la fascina sulle spalle sta a rappresentare la Natura e lo squarcio nel "muro" seguito dagli edifici (presente sul retro, con un palazzo alto) simboleggia lo squallore dei sobborghi e l'inquinamento che rovinano la natura. Da questo album i quattro componenti del gruppo iniziarono a firmarsi con un simbolo che li rappresentava (vedi più sotto). C’è un alone di mistero intorno a questo magico album-fantasma, e siccome Page aveva contatti con un satanista, si cercò di trovare messaggi occulti nelle canzoni del disco (una commissione parlamentare in California si riunì per ascoltare al contrario questa canzone, e vi percepirono un messaggio di Satana).

So I'm packing my bags for the Misty Mountains

Where the spirits go now,

Over the hills where the spirits fly.

Allora faccio le valigie per le Montagne Nebbiose
Dove ora vanno gli spiriti,
Sopra le colline dove volano gli spiriti.

In questa canzone il titolo è un palese riferimento alle Montagne Nebbiose. Questa catena montuosa è situata nella Terra di Mezzo, separa l'Eriador, a Ovest e le Terre Selvagge a Est. Nel primo libro della saga, la Compagnia dell'Anello la attraverserà passando per Moria. Nei versi segnati si parla degli spiriti che popolano le montagne. Non è raro trovare spiriti che infestano posti così selvaggi, infatti anche se differenti li troviamo a Tumulilande oppure nel desolato Nindalf.
Questi versi portano ad un'altra interpretazione: gli spiriti, che stanno ora viaggiando e volano oltre i monti potrebbero essere i pensieri dei 13 nani che immaginandosi oltre le montagne già si sentono nuovamente padroni del tesoro perso dai loro avi. [Lo Hobbit]


NO QUARTER [Houses Of The Holy]


Close the door, put out the light.
Know they won't be home tonight.
The snow falls hard and don't you know,
The winds of Thor are blowing cold.
They're wearing steel that's bright and true,
They carry news that must get through.
They choose a path where no one goes.
They hold no quarter, they ask no quarter.
Walking side by side with death
The Devil mocks their every step.
The snow drives back the foot that's slow,
The dogs of doom are howling more.
They carry news that must get through
To build a dream for me and you.

Chiudi la porta, spegni la luce.
Sai che non ci sarà nessuno a casa stasera.
La neve cade forte e tu non sai,
Che i venti di Thor stanno soffiando freddi.
Indossano acciaio brillante e puro,
Portano notizie che devono arrivare.
Scelgono il sentiero che nessuno hai mai intrapreso.
Non hanno meta, non domandano la via.
Camminando fianco a fianco con la morte
Il diavolo si fa beffe di ogni loro passo
La neve rallenta il loro cammino,
I cani del destino urlano più forte.
Portano notizie che devono arrivare
Per realizzare un sogno per me e te.

Secondo un'interpretazione questa parte di testo richiama il disperato tentativo compiuto da Aragorn a capo del suo esercito di arrivare a Gondor prima dell'esercito di Sauron; difatti il valoroso Re intraprende il maledetto sentiero dei Morti sfidando le forze dell'oltretomba che, secondo la profezia, riconoscendo la persona che si trova innanzi non osano ostacolarla ma si limitano a seguirla da lontano. [Il Ritorno del Re]
Una seconda interpretazione vorrebbe questa canzone come immagine dell'avventura della Compagnia dell'Anello sulle pendici del monte Caradhras e all'interno di Moria, un enorme complesso di gallerie e saloni costruito dai nani all'interno della Montagna ma caduto in mano degli Orchetti. [La Compagnia dell'Anello]


OVER THE HILLS AND FAR AWAY [Houses Of The Holy]


Hey lady, got the love I need and maybe more than enough

Oh, darlin', darlin', darlin' walk a while with me.


Hey signora, hai l'amore di cui ho bisogno e forse più che abbastanza
Oh cara, cara, cara cammina un po' con me.

Il titolo della canzone è il titolo di un racconto che si trova nella raccolta "I Racconti Perduti", naturalmente scritti da Tolkien.
I versi riportati potrebbero essere riferiti sia alla coppia Aragorn e Arwen sia all'incontro tra Frodo e la moglie di Tom Bombadil; dopo essersi congedati dal loro amico e aver ripreso il cammino Frodo si accorge di non aver salutato la donna amata da Tom Bombadil. Mentre pensa a questo, la donna (che in sostanza sarebbe Madre Natura) appare e cammina un po' con Frodo che, essendo affascinato da ella, desidera ancora la sua compagnia. [La Compagnia dell'Anello]


RAMBLE ON [Led Zeppelin II]


Leaves are falling all around;
It's time I was on my way.
Thanks to you I'm much obliged
For such a pleasant stay.
But now it's time for me to go;
The autumn moon lights my way.
But now I smell the rain and with it pain
And it's heading my way.

Le foglie cadono intorno a me;
è tempo che io vada.
Grazie, sono molto obbligato
Per una così piacevole permanenza.
Ma ora per me è tempo di andare,
La luna autunnale illumina la mia strada.
Ma ora sento l'odore della pioggia e con esso il dolore
Così comincia il mio cammino.

In queste righe si parla della partenza di Frodo da Hobbiville. La sua partenza coincide con l'inizio della lunga avventura dell'anello; è infatti l'Autunno la stagione scelta per la partenza dagli Hobbit. Il riferimento alla luce lunare che illumina la strada da seguire richiama le lunghe tappe notturne da lui compiute. [La Compagnia dell'Anello]

Mine's a tale that can't be told.
My freedom I hold dear.
How years ago in days of old
When magic filled the air.
"Twas in the Darkest depths of Mordor
I met a girl so fair,
But Gollum and the Evil One
Crept up and slipped away with her."

La mia è una storia che non può essere raccontata,
Tengo cara la mia libertà,
Parecchi anni fa nei tempi antichi
Quando la magia riempiva l'aria
"Era nei più oscuri abissi di Mordor
Che incontrai una ragazza molto seducente,
Ma Gollum e la sua metà cattiva
Si avvicinò strisciando e se la svignò con lei."
....


STAIRWAY TO HEAVEN [Led Zeppelin IV]

I versi sono stati ispirati a Robert Plant dal libro "Magic Arts in Celtic Britain", di Lewis Spencer: parla della ricerca spirituale da parte di una donna, un'eroina della tradizione celtica. L'album che contiene la canzone è misterioso (senza titolo, o "Four symbols", sarebbe "Led Zeppelin IV"), porta segnati i 4 simboli con cui si firmavano i 4 musicisti.

Jimmy Page - J. P. Jones - J. "Bonzo" Bonham - Robert Plant


(see video above)

There's a feeling I get when I look to the West
And my spirit is crying for leaving.
In my thoughts I have seen rings of smoke through the trees
And the voices of those who stand looking.

C'è un sentimento che provo quando guardo verso Ovest
E la mia anima chiede di partire.
Nei miei pensieri ho visto cerchi di fumo attraverso gli alberi
E le voci di quelli che stanno a guardare.

Nei primi due versi potrebbe esserci un riferimento al popolo elfico che, seguendo un istinto innato, a un certo punto della loro esistenza sentono il bisogno di spingersi verso Ovest dove, dai Porti Grigi, salperanno con le loro navi verso Valinor: la terra degli dei. [L'intera trilogia del Signore degli Anelli]
In un'altra interpretazione potrebbe essere un pensiero di Bilbo, una volta lasciata la casa di Beorn. Lo Hobbit durante il cammino verso il Bosco Atro rimpiange la propria casa lasciata al di là delle Montagne Nebbiose. Nel suo meditare Bilbo ignora la presenza di Gandalf (cerchi di fumo) e di Beorn che segue di nascosto i nani per difendere i propri pony. [Lo Hobbit]

THE BATTLE OF EVERMORE [Led Zeppelin IV]


(see video above)

...Side by side we wait the might of the darkest of them all...
I hear the horses' thunder down in the valley below.

...Fianco a fianco aspettiamo la grandezza dei più malvagi fra loro...
Odo il fragore dei cavalli giù nella valle.

Questi due versi probabilmente fanno riferimento ai preparativi della battaglia tra gli eserciti di Sauron e i cavalieri di Rohan. Infatti Rohan è una regione pianeggiante dove vengono allevati i più forti cavalli della Terra di Mezzo, rendendo la regione famosa. [Le due Torri]

...War is the common cry; pick up your swords and fight.
The sky is filled with good and bad that mortals never know.
...Oh well, the night is long, the beads of time pass slow,
Tired eyes on the sunrise waiting for the Eastern glow.
The pain of war cannot exceed the woe of aftermath.

The drums will shake the castle wall.
The Ringwraiths riding black, ride on.
Sing as you raise your bow, shoot straighter than before...
No comfort has the fire at night that lights the face so cold.


...La guerra è pianto collettivo; raccogliete le vostre spade e combattete.
Il cielo è pieno di bontà e cattiveria che i mortali non conosceranno mai.
...Oh bene, la notte è lunga, il tempo passa lento come un rosario,
Occhi stanchi al sorgere del sole che aspettano il bagliore dell'oriente.
Il dolore della guerra non può superare il dolore di ciò che verrà dopo.
I tamburi scuoteranno le mura del castello.
Gli spettri dell'Anello cavalcheranno vestiti di nero, cavalcano.
Cantate mentre sollevate il vostro arco, tirate più dritto di prima...
Non dà conforto il fuoco che di notte illumina il viso così freddo.

Questi versi contengono la descrizione della cruenta battaglia fra il bene e il male che porta dietro di sè morte e distruzione in ambo gli eserciti; infatti gli eserciti dell'alleanza perdono numerosi eroi tra cui re Theoden mentre gli eserciti del male perdono il loro generale: Il signore dei Nazgul [Il Ritorno del Re]

The magic runes are writ in gold to bring the balance back.

Le Rune Magiche sono scritte in oro per riequilibrare la bilancia.

"The magic runes" secondo noi altro non sono che gli anelli del Potere distribuiti tra i popoli della Terra di Mezzo e che necessitano della distruzione dell'Unico per riavere il proprio potere. [Il Silmarillion]

La Regina della Luce prese il suo arco e si voltò per andare, il Principe della Pace abbracciò le tenebre e attraversò la notte da solo. Oh, danzate nell’oscurità della notte, cantate fino alla luce del mattino. Il malvagio Signore cavalca in forze stasera e il tempo ci dirà tutto. Oh, gettate a terra il vostro aratro e la vostra zappa, non chiudete a chiave le vostre case. Fianco a fianco aspettiamo la grandezza dei più malvagi fra loro. Odo il fragore dei cavalli, giù nella valle, aspetto gli angeli di Avalon, aspetto il bagliore dell’Oriente. I frutti della valle hanno in sè i mari della felicità, la terra è ricca per tenera cura, ricambiatela, non dimenticate, no, no. Danzate nell’oscurità della notte, cantate con la luce del mattino. I frutti diventano marroni e neri, il viso del tiranno è rosso. Oh, la guerra è pianto collettivo, raccogliete le vostre spade e correte. Il cielo è pieno di bontà e cattiveria che i mortali non conosceranno mai. Oh bè, la notte è lunga, il tempo si sgrana lento come un rosario, occhi stanchi al sorgere del Sole, che aspettano il bagliore dell’Oriente. Il dolore della guerra non può superare il dolore di ciò che verrà dopo. Il suono dei tamburi scuoterà le mura del castello, dove gli spettri cavalcheranno vestiti di nero. Cantate mentre sollevate il vostro arco, tirate più dritto di prima. Non dà conforto il fuoco che di notte illumina il viso così freddo. Danzate nell’oscurità della notte, cantate fino alla luce del mattino, le magiche rune sono scritte a lettere d’oro per riequilibrare la Bilancia, per riequilibrarla. Finalmente il Sole splende, le nuvole della tristezza vengono cacciate, con le fiamme dal drago dell’oscurità la luce del Sole acceca i suoi occhi.

The Giant's Causeway


Scogliera (Selciato) dei Giganti in Irlanda del Nord - Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco (copertina del loro mio album preferito, "Houses of the holy", c'è dentro anche la Rain song). Emerge dal mare come un misterioso sentiero costruito da esseri soprannaturali...la ragione si interroga, rimane dubbiosa... Un luogo magico e mitico come Stonehenge, sono tra i luoghi più pazzeschi della Terra, che uno va lì e rimane allibito.


"D'yer Mak'er"

E’ un pezzo reggae, d’ispirazione doo wop anni ’50. Il titolo è una storpiatura della parola “Jamaica” (reggae di Bob Marley). E' nel loro quinto album, in cui il gruppo assimila le altre correnti musicali del periodo: oltre al reggae, il funky (in "The Crunge", chiari riferimenti a James Brown). Alla fine degli anni ’70 scoppia il punk, decisamente diverso dai Led, che ormai erano in decadenza, seguaci della corrente del progressive. Questa è un’altra canzone con "tecnica" di "Tangerine", tristezza nel testo e allegria nella musica, mescolate. "Non devi andartene...tutte le lacrime che piango...tu mi ferisci nell’anima...", ecc. Ho sempre pensato che i Police sembrerebbero essersi ispirati proprio da questa canzone per la loro famosissima "Every breath you take": “Every breath I take...every move I make...”


"Dancing days"

Canzone molto estiva, sulle notti d’estate. “You are my flower, you are my power, you are my woman who knows...” Sei il mio fiore, sei il mio potere, tu sei la mia donna che sa…


"Houses of the holy"

"Ho un angelo sulla spalla, una spada dorata in mano, lasciami vagare nel tuo giardino, e spargerò semi d’amore, lo sai... Lascia che la musica ti faccia da guida... Seguirai il richiamo del maestro?"

Some history...

Origine del nome del gruppo: fu suggerito dal bassista e dal batterista degli Who (altro storico gruppo inglese), in origine era Lead Zeppelin perché doveva dare l'impressione di un aerostato di piombo che si libera nell'aria (“lead” vuol dire piombo), in seguito però, per questioni di pronuncia, il nome fu cambiato in Led Zeppelin. La copertina del loro primo album ha su una figura di un dirigibile, presa dalla famosa foto dell’esplosione del dirigibile Hinderburg nel New Jersey, nel 1937 (vedi più sotto). Il nome Zeppelin viene dal conte Ferdinand Von Zeppelin, un Generale dell’aeronautica tedesca, che si dedicò allo studio e alla progettazione di dirigibili rigidi.

Bonzo era John Bonham, il batterista (suonava con le mani anzichè con le bacchette!), scomparso nel 1980 (come John Lennon), anno in cui quindi si sciolsero i Led Zeppelin (Billy Joel disse: “il rock and roll è morto quando è morto Bonzo dei Led Zeppelin”). John Paul Jones era il tastierista/bassista, tuttora in attività (come Plant). Certo che se il Bonzo non avesse bevuto troppo la sera prima, non sarebbe soffocato nel suo vomito (che schifo!), e oggi i Led Zeppelin esisterebbero ancora e suonerebbero ancora la musica degli dei... Il mio idolo rimane Jimmy Page, un mostro della musica.

Jimmy Page & Robert Plant

January 9, 1944
Jimmy Page was born.

June 3, 1946
John Paul Jones was born.

May 31, 1948
John "Bonzo" Bonham was born.

August 20, 1948
Robert Plant was born.

July 1, 1966
Ahmet Ertegun signs the English group Cream. Atlantic will become a major force in British rock, releasing albums by such artists as the Bee Gees, Mott the Hoople, Yes, Genesis, Derek and the Dominos, Emerson, Lake and Palmer and Led Zeppelin.

July 7, 1968
The Yardbirds break up, guitarist Jimmy Page forms the New Yardbirds and changes the group's name to Led Zeppelin, allegedly on the advice of the Who's Keith Moon.

October 15, 1968
Led Zeppelin performs its first show, at Surrey University in England.

November 13, 1968
Atlantic Record announces its signing of a "hot new English group" named Led Zeppelin.

February 15, 1969
The hotly anticipated, self-titled debut album by Led Zeppelin enters the album charts, ultimately reaching #10.

December 6, 1969
Led Zeppelin enters the Top Forty with "Whole Lotta Love," which reaches #4. It is this album-oriented band's highest-charting single.

December 27, 1969
'Led Zeppelin II' tops the U.S. album charts for the first of seven weeks; it will reach #1 in the U.K. in February 1970.

October 31, 1970
The more folk-oriented 'Led Zeppelin III' becomes the band’s second #1 album.

January 30, 1971
Led Zeppelin hits #15 with "Immigrant Song".

November 27, 1971
Led Zeppelin’s fourth album, which features four runes (symbols) as its title, enters Billboard’s album chart, where it will remain for the next five years. Oddly, it doesn’t quite reach #1, peaking at #2.

February 12, 1972
Led Zeppelin hits #15 with "Black Dog".

April 15, 1972
Led Zeppelin hits #47 with "Rock and Roll".

May 12, 1973
'Houses of the Holy,' Led Zeppelin’s fifth album, becomes their third to reach #1.

December 29, 1973
Led Zeppelin hits #20 with "D'yer Mak'er".

May 3, 1974
Led Zeppelin launches their Swan Song label, which releases their albums and ones by handpicked artists like Bad Company and the Pretty Things.

March 22, 1975
'Physical Graffiti,' a double album by Led Zeppelin, reaches #1 in its second week of release. It stays there for six weeks.

March 29, 1975
Led Zeppelin becomes the first band in history to have 6 albums on the chart at once: 'Physical Graffiti' (#1), 'Led Zeppelin IV', 'House of the Holy', 'Led Zeppelin II', 'Led Zeppelin', and 'Led Zeppelin III'.

May 17, 1975
Led Zeppelin hits #38 with "Trampled Under Foot".



August 5, 1975
Robert Plant and his wife are injured in a car crash while vacationing in Greece.

October 20, 1976
Led Zeppelin’s concert documentary, T'he Song Remains the Same,' premieres in New York.

September 7, 1979
Led Zeppelin's last studio album 'In Through the Out Door' enters the British charts at Number One.

September 8, 1979
'In Through the Out Door,' Led Zeppelin's first album of new material in over three years, is released. Topping the chart for seven weeks, it turns out to be their swan song.

September 14, 1979
Led Zeppelin's 'In Through the Out Door' begins its seven-week run at Number One on the US charts.

February 16, 1980
Led Zeppelin hits #21 with "Fool In the Rain."

September 25, 1980
John Bonham, drummer for Led Zeppelin, dies of asphyxiation in his sleep after having consumed "40 measures of vodka."

December 4, 1980
Led Zeppelin releases a statement announcing that it is disbanding in the wake of drummer John Bonham's death.

July 13, 1985
Led Zeppelin re-forms (with Phil Collins replacing the late John Bonham on drums) for the Live Aid benefit concert in Philadelphia.

May 14, 1988
Led Zeppelin reunites, with drummer Jason Bonham (the late John Bonham's son), to perform a few songs at Atlantic Records' 40th anniversary concert at New York's Madison Square Garden.

November 13, 1990
'Led Zeppelin,' a four-CD and six-LP box set, is released. Reaching #18 on the album chart, it will sell over one million copies, making it the best-selling box set in rock and roll history.

September 11, 1993
'Led Zeppelin – The Complete Studio Records,' a ten-CD box set, is released.

October 12, 1994
The live documentary 'Unledded,' which reunites Robert Plant and Jimmy Page onstage, airs on MTV. It features four live acoustic versions of Led Zeppelin favorites and eight new Page-Plant collaborations.

November 26, 1994
'No Quarter,' by Led Zeppelin mainstays Jimmy Page and Robert Plant, enters the album chart at #4.

January 12, 1995
Led Zeppelin is inducted into the Rock and Roll Hall of Fame at the tenth annual induction dinner. Steven Tyler and Joe Perry of Aerosmith are their presenters.

November 18, 1997
'Led Zeppelin: BBC Sessions,' a double CD of archival live performances on British radio from 1969-71, is released.

www.rockhall.com

Links

Marianna, Morricone, western, Jewel & horses: www.marehorse.blogspot.com