My Shangri-La beneath the summer Moon... I will return again as the dust it blows high in June...
Let the music be your master, will you heed the master's call?
("Houses of the Holy")

Led Zeppelin & the Lord of Rings

Un Appassionato di cultura celtica come Robert Plant non poté fare a meno di leggere i libri di Tolkien, lo scrittore sudafricano autore della trilogia del Signore degli Anelli, scomparso proprio negli anni ’70 in Inghilterra. L'interesse di Plant alle letterature celtiche è reso noto in canzoni come "Immigrant Song", in cui si narrano le guerre vichinghe, e nel film dei Led Zeppelin "The Song Remains The Same" dove si svolge l'avventura di un cavaliere impersonato dallo stesso Plant.

Le Canzoni con riferimenti al Libro:
KASHMIR - MISTY MOUNTAIN HOP - NO QUARTER - OVER THE HILLS AND FAR AWAY (tra l’altro è il titolo di un racconto di Tolkien) - RAMBLE ON - STAIRWAY TO HEAVEN - THE BATTLE OF EVERMORE


...My Shangri-La beneath the summer Moon

I will return again
As the dust it blows high in June...

...La mia Shangri-La è dietro la Luna estiva
Tornerò ancora
Quando la polvere vola alta in giugno...

L’incipit dice: "Lascio battere sul viso il Sole, che le stelle riempiano i miei sogni…" Mentre la canzone finisce con lui che parla di Shangri-La e dice: "Oh, Padre dei quattro venti, riempi le mie vele, attraversa il mare degli anni, senza scorte ma solo a viso aperto...oh, quando sono sulla mia via, quando vedo, quando vedo in che maniera tu fissi lo sguardo...oh amore mio...fatti condurre laggiù da me..." Viene considerata il punto d’arrivo della musica dei Led Zeppelin, è un misterioso e affascinante incontro tra Oriente e Occidente.

... Sit with Elders of a gentle race
This world has seldom seen ...
Talk and songs from tongues of lilting grace
sounds caressed my ear.
But not a word I heard could I relate.
The story was quite clear.
... Seduto con gli anziani di una razza gentile
Che di rado ha visto questo mondo ...
Parole e canzoni da lingue di una grazia vivace
i suoni accarezzavano le mie orecchie.
Non c'era parola che io capissi
Ma la storia era chiara lo stesso.

Secondo noi i dolci canti e il parlare ritmato ricordano il modo di comunicare degli Ent, un'antica razza oramai estinta. Merry e Pipino, mentre assistono al loro Consiglio, rimangono affascinati da questa strana e alquanto rara maniera di esprimersi che infonde nei loro animi un senso di calma. Gli Ent sono molto vecchi e Barbalbero, il loro capo, è nella Terra di Mezzo dalla creazione. [Le Due Torri]
In un'altra ipotesi "Elders of a gentle race" sono l'antico popolo degli Elfi che con il loro cantare affascinano i viaggiatori che hanno la fortuna di incontrarli. I quattro Hobbit, per esempio, quando li incontrano ai confini della Contea e a Gran Burrone, non capiscono i loro canti ma vengono affascinati e sembrano capire. [La Compagnia dell'Anello, Lo Hobbit]


MISTY MOUNTAIN HOP [Led Zeppelin IV]


La copertina del misterioso album con dentro anche questa canzone (album senza titolo, o "Led Zeppelin IV", o "Four Symbols") ha un preciso significato: il Vecchio con la fascina sulle spalle sta a rappresentare la Natura e lo squarcio nel "muro" seguito dagli edifici (presente sul retro, con un palazzo alto) simboleggia lo squallore dei sobborghi e l'inquinamento che rovinano la natura. Da questo album i quattro componenti del gruppo iniziarono a firmarsi con un simbolo che li rappresentava (vedi più sotto). C’è un alone di mistero intorno a questo magico album-fantasma, e siccome Page aveva contatti con un satanista, si cercò di trovare messaggi occulti nelle canzoni del disco (una commissione parlamentare in California si riunì per ascoltare al contrario questa canzone, e vi percepirono un messaggio di Satana).

So I'm packing my bags for the Misty Mountains

Where the spirits go now,

Over the hills where the spirits fly.

Allora faccio le valigie per le Montagne Nebbiose
Dove ora vanno gli spiriti,
Sopra le colline dove volano gli spiriti.

In questa canzone il titolo è un palese riferimento alle Montagne Nebbiose. Questa catena montuosa è situata nella Terra di Mezzo, separa l'Eriador, a Ovest e le Terre Selvagge a Est. Nel primo libro della saga, la Compagnia dell'Anello la attraverserà passando per Moria. Nei versi segnati si parla degli spiriti che popolano le montagne. Non è raro trovare spiriti che infestano posti così selvaggi, infatti anche se differenti li troviamo a Tumulilande oppure nel desolato Nindalf.
Questi versi portano ad un'altra interpretazione: gli spiriti, che stanno ora viaggiando e volano oltre i monti potrebbero essere i pensieri dei 13 nani che immaginandosi oltre le montagne già si sentono nuovamente padroni del tesoro perso dai loro avi. [Lo Hobbit]


NO QUARTER [Houses Of The Holy]


Close the door, put out the light.
Know they won't be home tonight.
The snow falls hard and don't you know,
The winds of Thor are blowing cold.
They're wearing steel that's bright and true,
They carry news that must get through.
They choose a path where no one goes.
They hold no quarter, they ask no quarter.
Walking side by side with death
The Devil mocks their every step.
The snow drives back the foot that's slow,
The dogs of doom are howling more.
They carry news that must get through
To build a dream for me and you.

Chiudi la porta, spegni la luce.
Sai che non ci sarà nessuno a casa stasera.
La neve cade forte e tu non sai,
Che i venti di Thor stanno soffiando freddi.
Indossano acciaio brillante e puro,
Portano notizie che devono arrivare.
Scelgono il sentiero che nessuno hai mai intrapreso.
Non hanno meta, non domandano la via.
Camminando fianco a fianco con la morte
Il diavolo si fa beffe di ogni loro passo
La neve rallenta il loro cammino,
I cani del destino urlano più forte.
Portano notizie che devono arrivare
Per realizzare un sogno per me e te.

Secondo un'interpretazione questa parte di testo richiama il disperato tentativo compiuto da Aragorn a capo del suo esercito di arrivare a Gondor prima dell'esercito di Sauron; difatti il valoroso Re intraprende il maledetto sentiero dei Morti sfidando le forze dell'oltretomba che, secondo la profezia, riconoscendo la persona che si trova innanzi non osano ostacolarla ma si limitano a seguirla da lontano. [Il Ritorno del Re]
Una seconda interpretazione vorrebbe questa canzone come immagine dell'avventura della Compagnia dell'Anello sulle pendici del monte Caradhras e all'interno di Moria, un enorme complesso di gallerie e saloni costruito dai nani all'interno della Montagna ma caduto in mano degli Orchetti. [La Compagnia dell'Anello]


OVER THE HILLS AND FAR AWAY [Houses Of The Holy]


Hey lady, got the love I need and maybe more than enough

Oh, darlin', darlin', darlin' walk a while with me.


Hey signora, hai l'amore di cui ho bisogno e forse più che abbastanza
Oh cara, cara, cara cammina un po' con me.

Il titolo della canzone è il titolo di un racconto che si trova nella raccolta "I Racconti Perduti", naturalmente scritti da Tolkien.
I versi riportati potrebbero essere riferiti sia alla coppia Aragorn e Arwen sia all'incontro tra Frodo e la moglie di Tom Bombadil; dopo essersi congedati dal loro amico e aver ripreso il cammino Frodo si accorge di non aver salutato la donna amata da Tom Bombadil. Mentre pensa a questo, la donna (che in sostanza sarebbe Madre Natura) appare e cammina un po' con Frodo che, essendo affascinato da ella, desidera ancora la sua compagnia. [La Compagnia dell'Anello]


RAMBLE ON [Led Zeppelin II]


Leaves are falling all around;
It's time I was on my way.
Thanks to you I'm much obliged
For such a pleasant stay.
But now it's time for me to go;
The autumn moon lights my way.
But now I smell the rain and with it pain
And it's heading my way.

Le foglie cadono intorno a me;
è tempo che io vada.
Grazie, sono molto obbligato
Per una così piacevole permanenza.
Ma ora per me è tempo di andare,
La luna autunnale illumina la mia strada.
Ma ora sento l'odore della pioggia e con esso il dolore
Così comincia il mio cammino.

In queste righe si parla della partenza di Frodo da Hobbiville. La sua partenza coincide con l'inizio della lunga avventura dell'anello; è infatti l'Autunno la stagione scelta per la partenza dagli Hobbit. Il riferimento alla luce lunare che illumina la strada da seguire richiama le lunghe tappe notturne da lui compiute. [La Compagnia dell'Anello]

Mine's a tale that can't be told.
My freedom I hold dear.
How years ago in days of old
When magic filled the air.
"Twas in the Darkest depths of Mordor
I met a girl so fair,
But Gollum and the Evil One
Crept up and slipped away with her."

La mia è una storia che non può essere raccontata,
Tengo cara la mia libertà,
Parecchi anni fa nei tempi antichi
Quando la magia riempiva l'aria
"Era nei più oscuri abissi di Mordor
Che incontrai una ragazza molto seducente,
Ma Gollum e la sua metà cattiva
Si avvicinò strisciando e se la svignò con lei."
....


STAIRWAY TO HEAVEN [Led Zeppelin IV]

I versi sono stati ispirati a Robert Plant dal libro "Magic Arts in Celtic Britain", di Lewis Spencer: parla della ricerca spirituale da parte di una donna, un'eroina della tradizione celtica. L'album che contiene la canzone è misterioso (senza titolo, o "Four symbols", sarebbe "Led Zeppelin IV"), porta segnati i 4 simboli con cui si firmavano i 4 musicisti.

Jimmy Page - J. P. Jones - J. "Bonzo" Bonham - Robert Plant


(see video above)

There's a feeling I get when I look to the West
And my spirit is crying for leaving.
In my thoughts I have seen rings of smoke through the trees
And the voices of those who stand looking.

C'è un sentimento che provo quando guardo verso Ovest
E la mia anima chiede di partire.
Nei miei pensieri ho visto cerchi di fumo attraverso gli alberi
E le voci di quelli che stanno a guardare.

Nei primi due versi potrebbe esserci un riferimento al popolo elfico che, seguendo un istinto innato, a un certo punto della loro esistenza sentono il bisogno di spingersi verso Ovest dove, dai Porti Grigi, salperanno con le loro navi verso Valinor: la terra degli dei. [L'intera trilogia del Signore degli Anelli]
In un'altra interpretazione potrebbe essere un pensiero di Bilbo, una volta lasciata la casa di Beorn. Lo Hobbit durante il cammino verso il Bosco Atro rimpiange la propria casa lasciata al di là delle Montagne Nebbiose. Nel suo meditare Bilbo ignora la presenza di Gandalf (cerchi di fumo) e di Beorn che segue di nascosto i nani per difendere i propri pony. [Lo Hobbit]

THE BATTLE OF EVERMORE [Led Zeppelin IV]


(see video above)

...Side by side we wait the might of the darkest of them all...
I hear the horses' thunder down in the valley below.

...Fianco a fianco aspettiamo la grandezza dei più malvagi fra loro...
Odo il fragore dei cavalli giù nella valle.

Questi due versi probabilmente fanno riferimento ai preparativi della battaglia tra gli eserciti di Sauron e i cavalieri di Rohan. Infatti Rohan è una regione pianeggiante dove vengono allevati i più forti cavalli della Terra di Mezzo, rendendo la regione famosa. [Le due Torri]

...War is the common cry; pick up your swords and fight.
The sky is filled with good and bad that mortals never know.
...Oh well, the night is long, the beads of time pass slow,
Tired eyes on the sunrise waiting for the Eastern glow.
The pain of war cannot exceed the woe of aftermath.

The drums will shake the castle wall.
The Ringwraiths riding black, ride on.
Sing as you raise your bow, shoot straighter than before...
No comfort has the fire at night that lights the face so cold.


...La guerra è pianto collettivo; raccogliete le vostre spade e combattete.
Il cielo è pieno di bontà e cattiveria che i mortali non conosceranno mai.
...Oh bene, la notte è lunga, il tempo passa lento come un rosario,
Occhi stanchi al sorgere del sole che aspettano il bagliore dell'oriente.
Il dolore della guerra non può superare il dolore di ciò che verrà dopo.
I tamburi scuoteranno le mura del castello.
Gli spettri dell'Anello cavalcheranno vestiti di nero, cavalcano.
Cantate mentre sollevate il vostro arco, tirate più dritto di prima...
Non dà conforto il fuoco che di notte illumina il viso così freddo.

Questi versi contengono la descrizione della cruenta battaglia fra il bene e il male che porta dietro di sè morte e distruzione in ambo gli eserciti; infatti gli eserciti dell'alleanza perdono numerosi eroi tra cui re Theoden mentre gli eserciti del male perdono il loro generale: Il signore dei Nazgul [Il Ritorno del Re]

The magic runes are writ in gold to bring the balance back.

Le Rune Magiche sono scritte in oro per riequilibrare la bilancia.

"The magic runes" secondo noi altro non sono che gli anelli del Potere distribuiti tra i popoli della Terra di Mezzo e che necessitano della distruzione dell'Unico per riavere il proprio potere. [Il Silmarillion]

La Regina della Luce prese il suo arco e si voltò per andare, il Principe della Pace abbracciò le tenebre e attraversò la notte da solo. Oh, danzate nell’oscurità della notte, cantate fino alla luce del mattino. Il malvagio Signore cavalca in forze stasera e il tempo ci dirà tutto. Oh, gettate a terra il vostro aratro e la vostra zappa, non chiudete a chiave le vostre case. Fianco a fianco aspettiamo la grandezza dei più malvagi fra loro. Odo il fragore dei cavalli, giù nella valle, aspetto gli angeli di Avalon, aspetto il bagliore dell’Oriente. I frutti della valle hanno in sè i mari della felicità, la terra è ricca per tenera cura, ricambiatela, non dimenticate, no, no. Danzate nell’oscurità della notte, cantate con la luce del mattino. I frutti diventano marroni e neri, il viso del tiranno è rosso. Oh, la guerra è pianto collettivo, raccogliete le vostre spade e correte. Il cielo è pieno di bontà e cattiveria che i mortali non conosceranno mai. Oh bè, la notte è lunga, il tempo si sgrana lento come un rosario, occhi stanchi al sorgere del Sole, che aspettano il bagliore dell’Oriente. Il dolore della guerra non può superare il dolore di ciò che verrà dopo. Il suono dei tamburi scuoterà le mura del castello, dove gli spettri cavalcheranno vestiti di nero. Cantate mentre sollevate il vostro arco, tirate più dritto di prima. Non dà conforto il fuoco che di notte illumina il viso così freddo. Danzate nell’oscurità della notte, cantate fino alla luce del mattino, le magiche rune sono scritte a lettere d’oro per riequilibrare la Bilancia, per riequilibrarla. Finalmente il Sole splende, le nuvole della tristezza vengono cacciate, con le fiamme dal drago dell’oscurità la luce del Sole acceca i suoi occhi.